I dati dicono che a Roseto serve un commissariato

ROSETO  I dati statistici diffusi dalla questura di Teramo indicano come proficuo il lavoro svolto dal posto fisso di polizia nel periodo estivo a Roseto, ma anche una evidente esigenza: che questo periodo non sia occasionale. Gli agenti in servizio hanno infatti svolto non solo attività di controllo prevntivo della criminalità: “I dati statistici si legge in una nota della questura evidenziano la necessità di costante azione di contrasto che solo in parte può essere connessa con il periodo estivo e con le aumentate presenze turistiche di quel comune ma che si riconnette ad una situazione geografica economica e di popolazione residente che necessita di controllo costante'. Uno dei 'campanelli d'allarme' è costituito dall'arresto di tre persone sorprese con un etto di cocaina. La presenza dei poliziotti è stata anche notevolmente apprezzata dai turisti, dai residenti e dai commercianti, particolare che induce a una riflessione più attenta da parte chi deve decidere, definitivamente, sul'istituzione di un commissariato a Roseto. Gli agenti in questo periodo hanno effettuato 283 servizi di controllo, hanno evaso 83 richieste di intervento, controllato 2. 470 veicoli e identificato 4. 024 persone (1. 484 in più rispetto all'anno precedente), verificando in sette occasioni la presenza di detenuti agli arresti domiciliari. Sul fronte dei controlli stradali, la polizia ha contestato 125 violazioni, ritirato 8 carte di circolazione e 5 patdenti di guida, sequestrando 6 automezzi.

Leave a Comment