Wwf: "Nelle aree protette differenziata ai minimi"

TERAMO  Tutti i 19 Comuni della provincia di Teramo compresi in aree protette 'presentano secondo il Wwf Teramo percentuali di raccolta differenziata dei rifiuti inferiori alla media del territorio provinciale, peraltro già molto bassa perché ferma al 22, 79%'. I dati, riferiti al 2006,  sono forniti dall'Osservatorio provinciale sui rifiuti.  'Non è certo un bel risultato afferma l'associazione ambientalista , tenuto conto che alcuni di questi Comuni, in particolare quelli nel Parco Nazionale del Gran SassoMonti della Laga, hanno percentuali ridicole che vanno dal 3 al 7%'.  I risultati migliori, pur bassi secondo il Wwf, si registrano a Giulianova (15, 41%) e Roseto degli Abruzzi (19, 70%), i cui territori rientrano nella Riserva regionale del Borsacchio.  'E' chiaro sostiene il Wwf che la responsabilità di questi risultati molto poco lusinghieri non è imputabile alla presenza di parchi e riserve che non hanno nessuna competenza sulla gestione dei rifiuti'. L'invito agli amministratori comunali è ad attivarsi per istituire sistemi di raccolta differenziata porta a porta, in modo da garantire grosse quantità di materiale differenziato, e a organizzare la raccolta della frazione umida finalizzata alla produzione di compost di qualità da utilizzare in agricoltura.

Leave a Comment