D'Agostino confermato Presidente dell'Arco Adriatico Ionico

TERAMO   L'assemblea annuale dell'Arco Adriatico Ionico, l'associazione che riunisce 13 province italiane siuituate sull'asse Mar Adriatico _ Mar Ionio ha confermato alla Presidenza dell'Associazione Ernino D'Agostino. L'assemblea si è svolta in questi giorni a San Benedetto del Tronto per fare il punto sui progetti in corso. La collaborazione è nata due anni fa allo scopo di utilizzare al meglio i fondi messi a disposizione dall'Europa e dalla cooperazione internazionale, coinvolgendo le Province di PesaroUrbino, Ancona, Macerata, Ascoli Piceno, Teramo, Pescara, Chieti, Campobasso, Foggia, Bari, Brindisi, Lecce, Taranto. Tra i progetti in cantiere delle 13 province insieme ai partners Albania e Montenegro, c'è il programma Oasis “gestione intregrata dell'acquacoltura e della pesca costiera nelle zone dell'Adriatico centromeridionale”. Il progetto _ del valore di 860 mila euro ha come obiettivo quello di individuare un modello più razionale rispetto allo sfruttamento delle risorse ittiche; diversificando le zone e le tecniche di pesca, potenziando l'acquacoltura, sostenendo le piccole imprese del settore anche attraverso la formazione e la integrazione delle filiere produttive. “L'associazione è una delle esperienze più avanzate di collaborazione istituzionale _ ha dichiarato il Presidente D'Agostino è una struttura, al tempo stesso leggera ed impegnativa, che ha contribuito a restituire un nuovo protagonismo delle Province”. Nel dettare le linee guida dei prossimi impegni, è stato rilevante l'intervento del presidente della Provincia di Bari e della Camera di Commercio ItaloSerba, Vincenzo Divella che, nella sua doppia veste, ha offerto numerosi spunti sui possibili scenari della cooperazione internazionale”.  

Leave a Comment