"Invito a Palazzo" apre i tesori di Sanpaolo

TERAMO Il 'Mosè salvato dalle acque' di Gennaro Della Monica, le maioliche di Vietri che ravvivano il pavimento del 'piano nobile' o quelle di Castelli che impreziosiscono i pannelli delle scene pastorali e della vendemmia di Pierino Gizzi: sono alcuni dei tesori che sabato 6 ottobre Sanpaolo Banca dell'Adriatico svelerà al grande pubblico. 'Invito a Palazzo', infatti, apre le porte della storica sede dell'ex Banco di Napoli in corso San Giorgio. L'iniziativa cui aderisce anche l'Istituto del gruppo Intesa Sanpaolo che opera lungo la dorsale adriatica con 213 filiali, è promossa a livello nazionale dall'Abi, sotto l'alto patrocinio del Presidente della Repubblica. La filiale resterà aperta dalle 9 alle 19. La mattinata sarà dedicata anche alle visite di scolaresche, mentre nel pomeriggio sono previsti momenti musicali e di incontro per il pubblico. “Abbiamo aderito all'iniziativa 'Invito a Palazzo' _ ha dichiarato Giandomenico Di Sante, presidente di Sanpaolo Banca dell'Adriatico _ aprendo al pubblico una delle nostre sedi più prestigiose quale è quella di Teramo, a conferma della nostra vocazione ad essere banca del territorio che valorizza le migliori espressioni della cultura della nostra regione. Stiamo operando per dare nuovi strumenti ed opportunità di crescita all'economia locale, ha aggiunto Di Sante per mettere a disposizione di famiglie e imprese i servizi di una banca ben radicata e vicina alle loro esigenze, insieme alla forza di un grande Gruppo creditizio europeo”.

Leave a Comment