Cellino Attanasio, quando gli enti funzionano"¦

TERAMO _ In un periodo nel quale sembra partita la corsa alla soppressione degli enti, delle agenzie, degli apparati statali o parastatali che risultano spesso essere solo costosi ed inutili, giunge una notizia che conforta un po'. Ne è protagonista L'Agenzia dei Borghi, una società consortile nata, su iniziativa della Provincia di Teramo, per la progettazione e la gestione di progetti di recupero a fini turistici. E ne è coprotagonista anche l'associazione tra comuni teramani denominata 4C composta da Canzano, Castellalto, Cermignano e Cellino Attanasio (foto). Bene, la cooperazione tra la prima e la seconda delle due agenzie, porta ora ad un risultato concreto, di innegabile interesse: il recupero di due antichi fontanili di Cellino, uno del 1700 e l'altro del 1400. Ma non è tutto: è da poco avviato lo studio di fattibilità per altre iniziative quali la realizzazione di chioschi informativi per i turisti e di segnaletiche stradali ed esplicative dei monumenti presenti a Cellino. Le iniziative seguono un programma iniziato con la creazione delle “Vie verdi”, progetto di recupero delle vecchie strade rurali avviato lo scorso mese di luglio e proseguito con il progetto “Città dei sapori”, progetto promosso dall'Università di Perugia, in collaborazione con il Ministero dei Beni Culturali per la tutela e la salvaguardia delle produzioni tradizionali che disegna un circuito di ottanta località italiane, nelle quali è inclusa anche Cellino Attanasio. . Il Sindaco di Cellino, Angelo Contrisciani, ricorda che “L'obiettivo generale è di attirare turisti e di ottenere il riconoscimento della valenza ambientale e turistica di tali iniziative da parte della Regione, cos_ da trasformare il territorio cellinese in un'area naturale protetta”.

Leave a Comment