Alluvione, la Regione erogherà  2 milioni di euro

TORTORETO Ai fondi stanziati dal Governo, con la dichiarazione dello stato di emergenza per le alluvioni nel Teramano, la Regione Abruzzo aggiungerà due milioni di euro: lo ha annunciato l'assessore regionale alla Protezione civile, Tommaso Ginoble. Le risorse saranno attinte dal Fondo regionale destinato al settore. Ancora 270 volontari sono al lavoro nelle aree del Teramano interessate dall'alluvione di sabato e domenica scorsi, quando nella notte sono caduti sul territorio del comune di Tortoreto 200 millimetri di pioggia in 17 ore. 'Si è trattato di un evento eccezionale ha affermato Ginoble che però non ha messo in crisi il sistema della Protezione civile regionale che ha reagito con tempestività e ha evitato che i danni potessero essere ben più gravi'. L'assessore ha partecipato a una conferenza stampa presso il Centro operativo comunale di Tortoreto Lido, alla presenza del sindaco, Domenico Di Matteo. Ginoble ha sottolineato la 'sollecitudine' con cui la Presidenza del Consiglio dei ministri ha firmato l'ordinanza che dichiara lo stato di emergenza per l'area. Ha poi spiegato che i due milioni della Regione, da aggiungere ai fondi statali, saranno attinti dal Fondo di Protezione civile regionale: 'Ma prima ha specificato bisognerà fare la stima dei danni che dovrà essere precisa e tempestiva'. I 270 volontari sono al lavoro dalle prime ore di domenica nelle zone di Tortoreto, Alba Adriatica e Martinsicuro, con mezzi provenienti da Marche, Emilia Romagna e Lazio e 15 sezioni operative dei Vigili del fuoco, coadiuvati dai Comandi regionali di Toscana e Lazio. All'incontro ha partecipato anche una delegazione di cittadini e operatori economici dell'area, che ha chiesto certezze sui tempi di ripartizione delle risorse. Ginoble ha assicurato che i primi contributi saranno destinati al ripristino dei canali di scolo, la cui occlusione, dovuta a un uso del territorio non sempre corretto, è stata una delle cause principali di quanto è accaduto. 'Se un paese in trent'anni è cresciuto male, come tutti i paesi rivieraschi ha affermato l'assessore è un fatto che non può essere addebitato a qualcuno in particolare, ma è utile riflettere per trovare soluzioni ed evitare il ripetersi di situazioni analoghe'.

Leave a Comment