L'IZS A&M gestirà  l'anagrafe degli animali in Brasile

TERAMO Il ministro della Salute, Livia Turco, ha comunicato al Governatore dello Stato brasiliano di Santa Catarina, Luizi Henrique Da Silva, la disponibilità a fornire la collaborazione nel campo veterinario relativa alla fornitura del programma di registrazione ed identificazione informatizzata degli animali e degli allevamenti realizzato e gestito dall'Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell'Abruzzo e del Molise “G. Caporale”. Si tratta del primo Paese extraeuropeo a utilizzare il knowhow dell'istituto teramano per gestire l'anagrafe degli animali. L'atto del ministro italiano è il passaggio conclusivo dell'iter avviato nello scorso mese di aprile quando una delegazione di esponenti del Governo federale del Brasile in rappresentanza del ministero dell'Agricoltura locale e dello Stato di Santa Catarina, giunse in visita alla sede dell'Izs A&M di Teramo per gettare le basi dell'accordo di collaborazione internazionale. In questi giorni una gruppo di dirigenti dell'Istituto e il direttore dell'Istituto, Vincenzo Caporale, sono in Brasile per il perfezionamento dell'accordo. Si tratta di una cooperazione molto importante per lo Stato brasiliano, perché la messa a regime di un sistema di identificazione degli animali è passo indispensabile verso la certificazione dei bovini vivi e delle carni suine di quel Paese. Solo attraverso ciò la produzione zootecnica locale potrà raggiungere gli standard qualitativi richiesti dall'Unione Europea per l'importazione degli animali. L'IZS A&M gestisce dal 2002, per conto del Ministero della Salute, la Banca Dati Nazionale del sistema di identificazione degli animali (bovini, suini, ovicaprini e avicoli). In essa sono contenuti tutti gli elementi identificativi delle aziende zootecniche, degli allevamenti e dei capi esistenti sul territorio nazionale. Le finalità di un tale sistema sono di estrema rilevanza: dalla tutela della salute pubblica e del patrimonio zootecnico attraverso una rete di epidemiosorveglianza, all'utilizzo da parte del consumatore di informazioni (etichettatura) chiare sull'origine dei prodotti di origine animale.  

Leave a Comment