Siviglia sul tetto della serie A1

TERAMO "“ Vale la seconda piazza alle spalle di Siena la uarta vittoria consecutiva della Siviglia. Ormai i biancorossi di Bianchi possono essere considerati la vera sorpresa del torneo: dopo Roma, Milano e Napoli anche Varese ha conosciuto la forza di Lulli e compagni, forse nel match tatticamente più difficile di uelli giocati finora. La vittoria di Teramo nasce dai punti nelle mani di Clay Tucker (35 punti e 5 assist), cresce sulla forza di Tskitshvili e si consolida sotto le plance grazie a Brandon Brown, mvp della serata con 11 rimbalzi, due triple fondamentali e 23 punti per un 34 di valutazione. E Varese? Ha giocato il match fino alla mezzora, poi ha perso contro il nervosismo e gli arbitri. Si comincia con il tecnico alla panchina (29') per una scaramuccia a bordo campo che ha coinvolto uno degli accompagnatori degli ospiti, si continua con il fallo e l'immeritato tecnico fischiati a Galanda (33'), uno dei più concreti fino a uell punto e si finisce con l'antisportivo a Hodge (37'). Varese vacilla e Teramo trova la decisiva convinzione per uccidere il match: dal 6056 si passa al 6960 che in una gara vissuta sul perfetto equilibrio tattico e di punteggio diventa solco importante. Il primo tempo in cui anche le statistiche sono state a specchio diventa un bel ricordo per la suadra di Mrsic, che si scompone e non riesce a riprendere il bandolo della matassa. Succede perchà© se Tskitshvili colpisce di spada (8874, massimo vantaggio al 38') e Tucker sembra aver trovato la calamita sul canestro, c'è un Brown inesorabile che conferma di essere il migliore di Teramo di inizio stagione, che si permette anche di centrare la bomba del 9177 che issa la Siviglia sul tetto della serie A1, con La Fortezza Bologna alle spalle di Siena.

Leave a Comment