Una banca d'affari per la svolta nel caso ITV?

TERAMO Un'autorevole banca d'affari che attraverso la sua rete di imprese è interessata a investire nel rilancio delle Industrie Tessili Valfino, è stata contattata dalla Provincia nell'ambito delle attività tese a ricercare nuovi imprenditori per la soluzione della crisi dell'azienda di Castilenti. Il presidente D'Agostino ha già fatto incontrare i rappresentanti della “merchant bank” con i liquidatori giudiziali dell'azienda. E' la novità che è stata sottoposta al vaglio di tutti i soggetti interessati, questa mattina, nel corso di una riunione convocata dallo stesso Presidente in vista degli appuntamenti romani. Il 23 ottobre, infatti, al Ministero dello Sviluppo Economico, la Provincia, la Regione, il Comune di Castilenti e il Consorzio per il Nucleo Industriale, sottoscriveranno un Protocollo d'intesa per formalizzare i rispettivi impegni ai fini del rilancio dell'attività produttiva. Il giorno successivo, invece, al Ministero del Lavoro, si svolgerà un incontro per sollecitare la proroga della cassa integrazione ai 182 dipendenti. Alla riunione erano presenti i liquidatori nominati dal Tribunale, il presidente del Consorzio per lo Sviluppo Industriale, Luciano Fratoni; il Commissario straordinario del Comune di Castilenti Maurizio Ianieri; la rappresentanza sindacale aziendale, assistita da Giovanni Timoteo e Giampiero Dozzi della Cgil, e da Nicola Legge della Cisl e il senatore Rocco Salini (Udeur). Per la Provincia, oltre al Presidente, c'era il responsabile delle relazioni industriali, Paolo Rota.

Leave a Comment