Sulle donne in medicina ancora pregiudizi

TERAMO (Doctornews) 'Sono profondamente convinta che l'approccio di genere alla salute è una necessità per il miglioramento della qualità, efficacia ed equità del SSN'. Questo l'incipit del messaggio che il ministro della Salute Livia Turco ha inviato all'Osservatorio nazionale per la salute delle donne (Onda), che a Roma ha presentato la sua ricerca sugli ospedali 'amici' delle donne. 'Sebbene raccomandato da tutte le Conferenze internazionali sulla salute e dalle Direttive dell'Unione europea prosegue Turco l'approccio di genere alla salute rappresenta ancora una criticità su cui occorre lavorare. La dimensione di genere infatti incalza non è ancora pienamente utilizzata come strumento sistematico per programmare le azioni e gli interventi di promozione della salute. E ancora persistono stereotipi, veri pregiudizi di genere, nella ricerca biomedica, nella medicina, dallo studio dell'eziologia ai fattori di rischio e protettivi per la salute, dai sintomi alla diagnosi, dalle misure di riabilitazione e dei trattamenti alla valutazione dei risultati. Rilevante è ancora la sottovalutazione dei bisogni di salute delle donne all'interno di una ricerca medica che è centrata sull'uomo e sulla sua realtà biologica e sociale'. 'Rilevante è ancora prosegue il ministro nel suo messaggio il pregiudizio scientifico che considera i processi morbosi delle donne con una prevalente derivazione biologisticaormonale e quelli degli uomini con una prevalente derivazione socioambientale e lavorativa'.

Leave a Comment