Teramo e Gorzow, sulle orme dei gemellaggi con Memmingen e Praga7

TERAMO Teramo e la città polacca di Gorzow sono gemellate. E' stato firmato questa mattina in Aula Consiliare dai due sindaci Gianni Chiodi e Tadeusz Jedrzejczak, l'accordo che sancisce il patto, alla presenza delle delegazioni ufficiali e delle massime autorità civili, militari, amministrative e religiose della provincia. Tra gli ospiti una delegazione di Praga7, anch'essa gemellata con Teramo, guidata dal sindaco Marek Jecmének. Dopo gli inni europeo, polacco, ceco e italiano, i slauti dei primi cittadini e la firma dell'accordo. Nel suo saluto, il Sindaco Chiodi ha espresso le motivazioni del gemellaggio. Ecco alcuni passaggi:“Oggi è un giorno importante. Firmiamo un patto di amicizia e collaborazione che apre prospettive interessanti, prelude ad un intenso rapporto e annuncia, ne sono sicuro, risultati concreti. (…) Per rendere più saldi i legami tra le due realtà sono state scelte le evidenze che ci caratterizzano e che potranno sicuramente essere lette come i primi tratti comuni tra noi: la cultura, la scuola, l'attività imprenditoriale. Da qui muoverà e si svilupperà la nostra collaborazione. Una collaborazione che ha precedenti nella biografia di due personaggi storici come il teramano Jacopo Paladini, vissuto a cavallo tra il 1300 ed il 1400, che fu Nunzio Apostolico in Polonia, dove mor_ e Sebastian Majewski, pittore polacco vissuto nel XVIII secolo a Teramo, dove ha operato lasciando capolavori di arte barocca dedicati a San Berardo nella Sacrestia della Cattedrale, nella Chiesa di San Giuseppe e in altri luoghi di culto della provincia. (…) Teramo e Gorzow si impegnano a fare in modo che i cittadini stabiliscano un rapporto reciproco, imparando a conoscersi sempre meglio e a dar vita a processi di comunicazione, di scambio, di reciproco arricchimento (…) è nostra intenzione creare una rete tra le città gemellate e dar luogo cos_ ad un fitto interscambio dal quale non potranno che giungere esiti positivi”.

Leave a Comment