Tancredi: "L'era Del Turco? Una falcidia"

TERAMO “Una falcidia”: ha definito cos_, il consigliere regionale di Forza Italia, Paolo Tancredi, “il risultato di 3 anni di lavoro dall'insediamento di Del Turco. A parlare di disastro sono le cifre inpressionanti del deficit: 2 miliardi e 600 milioni”. Dopo la diffida del governo cha ha intimanto alla Regione a far rientrare i conti della sanità di 90 milioni di euro, sono stati cancellati capitoli importantissimi per l'economia della nostra provincia. Tagli rovinosi per il comparto economico produttivo: sono stati tolti 10 milioni al fondo unico per le politiche del lavoro, 1 milione e 400 mila ai trasporti e 450mila in meno per la cultura e sport nella nostra Provincia. “Invece di arginare la spesa sanitaria _ ha spiegato Tancredi , è aumentato l'acquisto di beni e servizi, sono state fatte assunzioni clientelari e adesso si cerca di recuperare il deficit tagliando a colpi di mannaia voci importanti per l'economia della nostra provincia. Cos_ mentre scompaiono i 100mila euro destinati alla Coppa Interamnia, i 10mila del Premio Teramo, i 40mila del torneo internazionale di tennis, i contributi per l'Atri Cup, Maratonina pretuziana e Rally di Teramo, nel frattempo la Regione tanto per arginare i conti della sanità, istituisce un centro per la terapia del sonno a San Valentino!”. Secondo il vice coordinatore regionale di Forza Italia, ”sono inspiegabii le manovre del presidente Del Turco, che continua ad affermare che il piano di rientro della Regione è stato approvato, ma poi si vede costretto a fare manovre ogni 4 mesi. Vuol dire che c'è qualcosa che non va, cioè che a Roma per i piani di rentro vengono portate carte false. Sarebbe stato meglio alzare le mani e arrivare al commissariamento, almeno i tagli sarebbero stati tecnici”. E i settori come la infrastrutture, le attività produttive e la cultura del Teramano sono quelli più penalizzati perchè i finanziamenti ad essi destinati, ha sottolineato l'esponente regionale della minoranza di centrodestra, “non rientrano nelle leggi di settore ma in leggiprovvedimento”. E ci sono manifestazioni, come la Coppa Interamnia, che vede tagliato il contributo a manifestazione e rendicontazione avvenuta: “L'assessore Betti Mura ha assicurato che il contributo verrà garantito con risorse proprie ma non ha specificato la cifra”. Per il consigliere regionale si tratta del peggior governo regionale della storia abruzzese. (marianna de troia)

Leave a Comment