Zingara latitante tradita dalla visita ai parenti

MOSCIANO Le festività di inizio novembre e il consueto giro dei cimiteri ha tradito una zingara che da alcuni mesi si era resa latitante per sfuggire all'arresto per dover espiare un cumulo di pene di quasi 18 anni. G. D. R. , 47 anni di Mosciano Sant'Angelo (Teramo) è stata infatti sorpresa dai carabinieri della locale stazione in casa di alcuni parenti ai quali stava facendo visita, nonostante sapesse delle ricerche sul suo conto. La zingara deve infatti scontare una condanna a quasi 18 anni di reclusione per reati contro il patrimonio e la persona commessi a partire dal 1999. I militari l'hanno bloccata e le hanno notificato l'ordine di carcerazione emesso dal tribunale di Teramo e l'hanno trasferita nel carcere di Castrogno.

Leave a Comment