Scafati espugna il Palaska (75-73)

TERAMO Ha vinto chi ha affrontato questa partita come un'ultima spiaggia, l'hanno vinta Scafati e Alibegovic, che cercavano la prima vittoria e di salvare la panchina. Ha vinto chi ha messo in campo più determinazione e il Siviglia di questa sera ha avuto troppa superficialità, al di là dell'assenza, pur pesante, di Poeta. Scafati ha buttato dentro l'anima da subito e dopo 4' era già +9 (413) con il gioco da tre di Datome. Teramo insegue, tirato dal costante Brown, ma è poca cosa. Molle in difesa, distratto sotto le plance, impreciso al tiro. E il primo quarto scivola via con un 13 (1326). Quando ci crede, al massimo torna sotto di 5, in avvio di secondo periodo con un parziale di 80 che mette in evidenza l'esordiente Migliori (2126). Ma quando ti aspetti che la partita si sia riaperta veramente, Scafati riprende in mano il pallino e con l'ex Lauwers, Hatten e Datome al 20' segna il massimo vantaggio: 2944. La serata negativa di Tucker, l'ancora non perfetta condizione di Powell peraltro poco cercato dai compagni , mettono in difficoltà il Siviglia che arranca, brutta copia del quintetto visto all'opera appena una settimana fa a Cantù. Eppure, con un Brown mai domo e mvp della serata (20 punti, 9 rimbalzi, 7/11 da due e 24 di valutazione), i biancorossi riescono a issarsi fino al 5151 al 28', cioè con ancora più di un quarto da giocare. Ma Scafati non molla ei si aggrappa con le unghie al piccolo margine che riesce a scavare di nuovo e su questo, con Romero soprattutto ma con un incisivo Salvi, determinante con i suoi 10 rimbalzi, costruisce un nuovo strappo: 5560. L'ultimo quarto è intenso, senza esclusione di colpi, ma se il Siviglia è bravo a riagguantare il 7171 a un minuto e mezzo dalla sirena e Hodge rischia con uno sfondo e un fallo in difesa di far tracollare i suoi, il finale è scritto nelle mani di Romero che sul 7373 gioca l'ultimo possesso sul filo dei secondo e con la magia di un cambio di mano regala i due punti alla Legea. Il tabellino dell'incontro:Legea Scafati batte Siviglia Wear Teramo 7573 (2613, 4432, 6055)SIVIGLIA: Brown 20, Tucker 15, Yango 6, Migliori 3, Powell 11, Lulli 4, Carra 7, Tskitshvili 7. N. e. Valentino, Poeta, Marzolo, Iannili. All. Bianchi. LEGEA: Hatten 11, Salvi 7, Demirel 5, Lauwers 6, Datome 11, Romero 16, Killingsworth 10, Hodge 9. N. e. Cantone, Festa, Ricciardi, Sicignano. All. Alibegovic. ARBITRI: Chiari, Giansanti, Materdomini. NOTE. tiri liberi Teramo 17/26, Scafati 9/12; tiri da tre Teramo 4/17, Scafati 6/21; rimbalzi Teramo 36, Scafati 43. Spettatori circa 3. 200 (incasso non comunicato)

Leave a Comment