Allarme sicurezza: aumentano i reati nella nostra provincia

TERAMO In crescita a Teramo i dati sulla criminalità. Un'inchiesta pubblicata oggi dal quotidiano IlSole24 Ore, su dati del Ministero dell'Interno, conferma quanto già percepito dall'opinione pubblica. I dati si riferiscono a scippi, rapine, omicidi e furti negli appartamenti denunciati nel 2006. Nella graduatoria complessiva dei borseggi e degli scippi, Teramo si colloca al 67° posto tra le 103 province italiane; in quella dei furti nelle abitazioni è 49esima; per le rapine siamo al 41° gradino nazionale, mentre nessun omicidio risulta compiuto nel 2006. Il dato più interessante, però, è che in controtendenza con le altre province abruzzesi, da noi il fenomeno complessivo è s_ in crescita, tanto da generale anche qui l'allarme sicurezza, ma non aumenta come a Pescara, Chieti e L'Aquila. Pescara è ovviamente, la provincia più esposta, ma è L'Aquila che desta sorpresa perché i dati sembrano proiettarla in una dimensione fino a poco tempo fa quasi sconosciuta. Per dare qualche numero, rileviamo che a Teramo sono stati compiuti 263 borseggi e scippi, pari ad 88 ogni 100. 000 abitanti; il dato fa attestare l'aumento sul 9, 15 rispetto al 2005. Per quanto riguarda i furti nelle abitazioni le denunce sono state 675 (226 ogni 100. 000 abitanti), il 6, 3% in più dell'anno precedente. Quella delle rapine è la voce più negativa: sono state 112, pari al 37, 48 ogni 100. 000 abitanti con un aumento del 6, 7%.

Leave a Comment