Canzio, Scalone e la discarica

TERAMO _ Continua l'infinita serie di botta e risposta tra Roberto Canzio, Coordinatore Comunale della Lista Civica “ Al Centro con Chiodi “ e il centrosinistra. Al centro della polemica, come ormai noto, l'intera vicenda della discarica, attorno alla quale si ripete ormai da mesi, un inconcludente rilancio di accuse. Canzio risponde ancora una volta alle ultime dichiarazioni del Capogruppo Consiliare dei DS Enzo Scalone, accusato dal primo di <<confondere i cittadini teramani circa le funzioni del Pubblico Ministero e le funzioni del Giudice>>. La controversia ruota attorno alle presunte responsabilità per il crollo della discarica avvenuto nel 2006 e sulle conseguenti azioni della magistratura, che al proposito ha nei giorni scorsi emesso quindici avvisi di garanzia ad esponenti delle amministrazioni Sperandio e Chiodi. Il leader della Lista Civica, contesta a Scalone la difesa dell'operato della giunta di centrosinistra e le conseguenti accuse di totale responsabilità addebitate alla giunta Chiodi; Canzio è diretto e ricorda a Scalone: <<dopo aver evidenziato come l'indagine del P. M vede coinvolti soprattutto esponenti del “suo” centro sinistra, che la nostra Costituzione contiene il principio della presunzione d'innocenza fino a sentenza passata in giudicato, principio che egli (Scalone) fa finta di non conoscere e che vuole trasformare in principio di colpevolezza fin dall'indagine preliminare>>. E quindi l'ennesimo passaggio dell'ormai letto e riletto lancio di accuse sulla responsabilità: <<È utile chiedere allo Scalone, visto che dichiara di trovare conferma nella conclusione del tecnico nominato dal P. M (e quindi di parte) che la discarica “La Torre” si trova in un sito non idoneo, come mai nel 1995, mentre inaugurava accanto al suo Sindaco Sperandio la discarica in questione, è stato colto da improvvisa amnesia e solo oggi ricorda tale importante circostanza… Nel 1995 esistevano normative che individuavano quel sito non idoneo. Ma visto che continua a sostenere che le norme attuali non consentono di ampliare una discarica in un sito che ricade in zona P. A. I. , si informi meglio e potrà verificare come tutto ciò era consentito fino a quando la norma di riferimento è stata modificata con una procedura che presto verrà annullata perchè illegittima!>>.

Leave a Comment