E' un minorenne il rapinatore delle lucciole

CONTROGUERRA E' un minorenne albanese l'autore di almeno tre della decina di rapine messe a segno lungo la strada provinciale 1 della Bonifica del Tronto ai danni di altrettante prostitute straniere dallo scorso mese di giugno. Lo hanno individuato e arrestato, su disposizione del gip presso il tribunale dei minorenni dell'Aquila, gli uomini del reparto operativo del comando provinciale dei carabinieri di Teramo. Gli investigatori diretti dal maggiore Pasquale Nurzia hanno raccolto elementi utili per ritenere che il diciassettenne, disoccupato ma con un regolare permesso di soggiorno, che vive con alcuni parenti a Controguerra, sia colui che assieme a un complice ha minacciato impugnando una pistola, prostitute e relativi clienti, appartati per un rapporto sessuale lungo il 'chilometro del'amore'. Secondo gli investigatori il minorenne avrebbe responsabilità nei colpi del 6 giugno, del 9 e del 20 ottobre scorsi. Il modus operandi è infatti lo stesso, a volto coperto da passamontagna e con una pistola in pugno, e il bottino in tutti i casi è di alcune centinaia di euro strappate alle prostitute, oggetti personali e di valore sottratti ai clienti. Indagini sono in corso per stabilire le responsabilità ede l minore e di altri albanesi in altre sette rapine sempre nella stessa zona e se tali azioni siano da ricondurre a eventuali strategie di spartizione del territorio in atto tra clan di extracomunitari rivali nel mercato della prostituzione. Il minorenne albanese è stato rinchiuso nell'Istituto penitenziario per minorenni dell'Aquila a disposizione del tribunale con l'accusa di rapina aggravata.

Leave a Comment