"Non firmate contro l'ampliamento della discarica".

TERAMO Il coordinatore comunale della lista civica “Al centro con Chiodi”, Roberto Canzio, ha divulgato in una nota alcune considerazioni sulle ultime iniziative promosse dai due comitati “Contro l'ampliamento della discarica La Torre” e Cittadinanza attiva. Le precisazioni prendono il via dalla constatazione che i due comitati, secondo il coordinatore, chiederebbero ai cittadini di firmare contro l'ampliamento senza far luce sul fatto che questo voglia dire continuare a pagare una tariffa di smaltimento elevata. Nel comunicato si ribadisce l'infondatezza nell'attribuire il nomadismo dei rifiuti alla frana della discarica in quanto la stessa sarebbe stata chiusa dopo 30 giorni, nel marzo 2006. “Il piano provinciale dei rifiuti approvato dalla regione, continua Canzio, prevedeva l'ampliamento fin da marzo 2005 e se fosse stato adottato non saremmo stati costretti a portare i rifiuti fuori, in quanto sia a febbraio 2006(data del crollo) che il 31 marzo (data della improrogabile chiusura) avremmo avuto a disposizione un bacino per conferire i rifiuti”. Il coordinatore conclude, invitando i cittadini a non firmare contro l'ampliamento poiché questo significherebbe pagare una Tia a cifre raddoppiate che porterebbe comunque a proteste di piazza.  

Leave a Comment