Piano di bonifica e mappa della contribuzione

TERAMO  Comuni, Consorzi di Bonifica, associazioni degli agricoltori si sono trovati, questa mattina, insieme all'assessore provinciale all'agricoltura, Orazio Di Marcello, e ai tecnici dell'ente, per concordare tempi e modalità per la redazione del Piano di Bonifica e per la ridefinizione della “mappa della contribuzione”; la documentazione tecnica, cioè, in base alla quale gli agricoltori si vedono quantificare il contributo obbligatorio da versare ai Consorzi di Bonifica. “La Provincia spiega un comunicato stampa dell'Ente procederà in tempi brevi e sulla base delle informazioni che arriveranno dai Comuni _ commenta l'assessore Orazio Di Marcello a ridefinire i parametri dei contributi obbligatori dovuti al Consorzio di Bonifica (e da chi e in che misura sono dovuti) per i servizi e le opere di irrigazione. Contestualmente abbiamo avviato l'iter per il Piano provinciale di Bonifica, strumento indispensabile per pianificare l'attività degli agricoltori e per garantire una migliore tutela del suolo”. Secondo la legge, il contributo obbligatorio ai Consorzi deve essere stabilito sulla base dei benefici, diretti o indiretti, che gli agricoltori ricavano dalle opere e dai servizi del Consorzio di Bonifica. Attualmente, i contributi, vengono fissati sulla base di dati non aggiornati e in molti casi non rispondenti alla reale condizione del contribuente.

Leave a Comment