"Amico libro", le istituzioni insieme per favorire la lettura

ROMA _ Una buona notizia per il mondo della scuola. Il Ministero della Pubblica Istruzione, l'Unione delle Province d'Italia, l'Associazione Nazionale Comuni Italiani e l'Associazione Italiana Editori hanno sottoscritto un protocollo d'intesa per l'attuazione, nelle scuole italiane di ogni ordine e grado, del progetto 'Amico libro', che partirà già da questo anno scolastico. L'iniziativa vuol essere uno stimolo a far crescere nei giovani l'amore per la lettura, a migliorare le competenze linguistiche e le capacità di espressione e di organizzazione del pensiero, a sviluppare le capacità critiche e un pensiero libero e creativo. Il Ministero della Pubblica Istruzione ha stanziato per 'Amico libro' dodici milioni di euro da distribuire alle singole Istituzioni scolastiche per l'acquisto di libri di lettura e per l'attivazione di progetti che aiutino la promozione della lettura. Province e Comuni hanno aderito al progetto su base volontaria, con un contributo fino a mille euro per ogni scuola nel proprio ambito di competenza. L'Associazione Italiana Editori, da parte sua, si è impegnata a promuovere tra i propri associati la disponibilità ad applicare sconti sull'acquisto di libri da parte delle scuole ed a promuovere un'indagine sull'attuale situazione delle biblioteche scolastiche in collaborazione con il Ministero della Pubblica Istruzione. UPI ed ANCI promuoveranno la sensibilizzazione di Province e Comuni, ciascuno per le scuole ricadenti sotto la propria competenza, perché intervengano economicamente per altri mille euro. La scelta dei libri da acquistare è rimessa alla piena autonomia delle istituzioni scolastiche e sarà calibrata sui bisogni formativi e sugli interessi degli studenti, rispondenti alle diverse fasi dell'età evolutiva.

Leave a Comment