TeknoElettronica, c'è l'incognita Pressano

TERAMO Dimenticare Enna e la beffa arbitrale di una settimana fa in Sicilia: è questo l'imperativo per la TeknoElettronica Teramo che domani, sabato, affronta al Palagiorgiobinchi il Pressano (ore 20. 30). Fissato due ore dopo sull'orario abituale del sabato pomeriggio casalingo per la concomitanza con la gara della serie A1 femminile, l'_ncontro che aspetta la squadra di Trillini è insidiosa, nonostante la classifica dei trentini di Lavis. Gli opsiti sono reduci dalla sconfitta interna nel derby contro Mezzocorona, nell'anticipo disputato una decina di giorni fa e dunque hanno anche potuto riposare qualche giorno in più. Trillini ha a disposizione l'intera rosa e ha preparato la gara raccomandando concentrazione e determinazione ai suoi che finora, nei precedenti tre match giocati dinanzi al proprio pubblico, ha centrato altrettante vittorie. Sulla carta l'incontro si presenta ampiamente alla portata della TeknoElettronica, ma è proprio l'equilibrio di questo torneo di serie A1 maschile che non permette di sottovalutare alcun avversario. Nel team teramano è completamente recuperato Juan Sebastian Guzzo, che ha smaltito l'infortunio al ginocchio che ne aveva condizionato anche la prestazione di Enna. A dirigere l'incontro è stata designata la coppia di Siracusa, CosenzaSchiavone. Ecco il quadro della nona giornata di andata: AmbraNoci (RegaliaGreco), NonantolaCologne (ViscianiBusalacchi), AlcamoAncona (SavareseBocchieri), RomagnaEnna (MontagnerSpina), MezzocoronaBozen (AlperanScevola), TeknoElettronica TeramoPressano (CosenzaSchiavone). La classifica: Bozen 19, Romagna, Cologne 15, Noci 14, TeknoElettronica 13, Enna 12, Mezzocorona, Alcamo 10, Nonantola, Pressano, Ambra 9, Ancona 6.

Leave a Comment