Giulianova: FI propone una recinzione per il viadotto autostradale

TERAMO  Installare una recinzione metallica, anche a maglia larga per esempio da cm. 20 x 20 oppure da 15 x 15 onde evitare l'impatto del vento, per un'altezza di circa 3 metri, che nella parte in alto risvolti verso l'interno per circa 80 cm. onde evitare che anche arrampicandosi la si possa poi scavalcare. La Direzione Comunale di Forza Italia di Giulianova, alla luce dei drammatici episodi verificatasi negli ultimi tempi, ha ritenuto opportuno scrivere alla Società Autostrade ed all'Amministrazione Provinciale al fine di proporre la soluzione tecnica che potrebbe impedire il verificarsi di altri eventi definiti in una nota “negativi”. I lavori da realizzare dovrebbero servire ad impedire, secondo quanto contenuto in un comunicato stampa, che si possano ripetere in futuro episodi di persone che in un attimo difficile della propria esistenza decidano “di farla finita, lanciandosi nel vuoto dal Viadotto della A14 a Tortoreto sul Salinello”. La soluzione esposta “è semplice ed anche relativamente economica se si considerano i costi di gestione ordinari che la società autostrade quotidianamente sostiene”. Si potrebbe anche intervenire, secondo la proposta di FI, con una recinzione costituita solo da elementi verticali che impediscano appigli per l'arrampicamento “ma è certo che un progettista professionista saprà definire al meglio l'intervento”. L'importante è che si renda “impossibile il ripetersi dei numerosi brutti episodi che nel corso degli anni _ conclude il comunicato stampa relativo alla proposta avanzata purtroppo si sono verificati ed inoltre l'opera costituirebbe anche un elemento di sicurezza per l'incolumità anche di chi si trova al di sotto del viadotto”.

Leave a Comment