Codice etico per FI: lo preparano le donne

TERAMO Marted_ 11 Dicembre 2007, alle ore 18, presso la Segreteria Provinciale di Forza Italia di Teramo, in via Carlo Forti n° 24, si terrà un incontro delle donne di Forza Italia per affrontare il tema della politica etica. Il cuore rosa di Forza Italia scende in campo. “Mai come in questo momento _ afferma la neo eletta Coordinatrice regionale di Azzurro Donna, l'avv. Luigia Corneli _ abbiamo bisogno di affrontare il tema dell'etica soprattutto nella politica. Se pensiamo che tantissime categorie professionali di calciatori, arbitri, industriali, avvocati, giornalisti, medici, etc. , si sono dotati di un Codice etico, mentre il mondo politico non ancora, avvertiamo l'urgenza di trovare delle regole di decoro e comportamentali che mettano al primo posto nell'azione politica il rispetto per la persona”. Le donne di Forza Italia che si avviano ad aderire al nuovo Partito del popolo della libertà, vogliono partecipare in prima persona alla creazione di una politica etica, unica speranza del futuro. “Per questo avvieremo una serie di incontri ed iniziative su tutto il territorio abruzzese _ rivela Luigia Corneli _ coinvolgendo i cittadini, gli studenti, le scuole, la stampa locale, per confrontarci sulla riscoperta di quei valori fondamentali senza i quali non è più possibile progettare nulla, se non l'egoismo più abietto e la presa in giro dei cittadini”. La Coordinatrice regionale di Azzurro Donna, l'avv. Luigia Corneli, intende lanciare una proposta a tutte le Amministrazioni locali, affinchè “dedichino un incontro sull'argomento in occasione delle prossime festività natalizie, con la speranza che tali appuntamenti diventino una consuetutine da ripetere tutti gli anni, all'insegna dell'educazione al rispetto reciproco e verso la collettività”, illuminando l'azione politicoamministrativa del Centrodestra negli Enti locali. Il contributo delle donne di Forza Italia è determinante. “Per questo invitiamo le donne del Centrodestra _ conclude Luigia Corneli _ a partecipare numerose all'incontro di Azzurro Donna in programma a Teramo”. Sin qui la notizia. Da qui in poi un breve commento. Che comincia con un MA. Ma la sollecitazione è un po' sempre la stessa: ogni volta, donne, ci riproviamo? Cioè ricominciamo sempre da capo? E parliamo, sia chiaro, di destra e sinistra senza alcuna differenza di rilievo, purtroppo.  E mentre da una parte una tesse, dall'altra, a decine, ingrassano di potere come gli uomini e ne diventano insieme spettro e spauracchio, mentre l'altra metà delle donne interpreta ipocriti ruoli di 'libertà', eseguendo killeraggio su mandato maschile, all'interno dei partiti, a schiacciare le colleghe più giovani, le brave, quelle che forse potrebbero.

Leave a Comment