Benzina e merce fresca a rischio

TERAMO Code ai distributori di benzina, soprattutto nel capoluogo e nei centri come Giulianova e Roseto, e almeno una ventina di impianti in tutta la provincia già chiusi per carenza di combustibile. Si sentono anche nel Teramano le conseguenze del blocco dell'autotrasporto che, oltre a provocare disagi sulle principali direttrici di traffico, hanno determinato rinvii a data da destinarsi di consegne di merci e derrate alimentari. Già dalla mattinata molti automobilisti hanno preso d'assalto le pompe di benzina per cercare di rifornire i serbatoi e nel primo pomeriggio gli effetti sono stati evidenti: code presso i distributori dei principali centri abitati ma anche il ricorso alle stazioni di servizio delle vicine autostrade. Un riflesso dello sciopero c'è stato anche sui mercati ortofrutticoli, complice anche il recente fine settimana. La situazione, almeno al momento, viene definita ancora normale ma è certo che il protrarsi della protesta potrebbe rendere l'approvvigionamento molto difficile.

Leave a Comment