Canzio appoggia Di Odoardo

TERAMO Era ora che qualcuno iniziasse a prendere posizioni decise sulle proposte della Regione per la realizzazione di nuove discariche, ed in particolare alla eventuale realizzazione di quella di Corazzano di Isola. A scrivere è il coordinatore comunale della lista civica “Al Centro con Chiodi. ”È importante ravvisare come il Segretario Provinciale della CGIL, Giampaolo Di Odoardo, imponga di riflettere sul motivo per cui la Regione abbia ipotizzato di realizzare una discarica a due passi dal Parco e in prossimità di diverse aziende agroalimentari… e, inoltre, su come sia possibile che il tutto avvenga nel silenzio più assoluto e senza la presenza di nessun “comitato contro” considerando anche, secondo lo stesso Di Odoardo, le sicure ricadute sulla salvaguardia e l'incentivazione di posti di lavoro, se come pare le aziende che erano intenzionate a impiantarsi in quella zona iniziano a nicchiare, scrive Canzio. “Probabilmente dice il coordinatore della lista civica potrebbe essere importante aggiungere come la realizzazione di tale discarica andrebbe a tutto vantaggio di soggetti privati. E forse potrebbe anche essere utile conoscere i nomi dei privati interessati, ma ancora più curioso è conoscere come mai la Regione, forse inconsapevolmente… ma non per questo in maniera meno grave, continua a prendere decisioni che vanno a favore di interessi privati e contro ogni logica di interesse collettivo!” Se si avesse la volontà di analizzare seriamente i problemi connessi allo smaltimento dei rifiuti nella nostra Provincia o almeno ci si provasse, “rinunciando al silenzio omertoso” _ riflette Canzio si arriverebbe a delle verità clamorose che, se fossero raggiunte in territori come la Campania, la Calabria o in Sicilia, si parlerebbe con ben altri termini dell'intera vicenda! Ma forse per “qualcuno” è più comodo far passare per uno che cerca di confondere o apparire chi, nell'interesse della collettività, ricerca la verità su un tema con rilevanti ricadute economiche per le tasche delle famiglie e delle imprese teramane!”.

Leave a Comment