Inutile caccia alla benzina

TERAMO Distributori chiusi nel capoluogo e nelle frazioni, cos_ come nei centri principali della provincia, presidi ai quattro caselli autostradali dell'autostrada A14 rinforzati: è questa la situazione in provincia di Teramo nel terzo giorno di sciopero degli autotrasportatori. L'assalto di ieri alle pompe di benzina ha determinato l'esaurimento delle scorte e i gestori hanno quasi tutti chiuso, esponendo i cartelli in cui si avverte dell'impossibilità di rifornimenti. Fluida e sotto controllo viene definita dalla sala operativa della Polstrada di Teramo la situazione ai caselli di PinetoSilvi, Roseto, GiulianovaMosciano e Val Vibrata. In quest'ultimo caso nelle prime ore del mattino è aumentato il numero dei Tir che stazionano alla rotatoria di ingresso: adesso sono circa una trentina. Le conseguenze sul traffico sono sensibili ma il transito è permesso sul tracciato autostradale. A Mosciano i mezzi pesanti sono posizionati nei pressi del nucleo industriale e dunque il riflesso sulla circolazione è meno importante.

Leave a Comment