Scuola: i direttori lanciano l'SOS per i bidelli

TERAMO _ Bidelli a rischio. La firma del contratto di appalto di pulizia, sorveglianza e assistenza nelle scuole stipulato tra l'Ufficio Scolastico Regionale per l'Abruzzo e la società aggiudicatrice Eporlux di Ivrea rischia di far saltare almeno una trentia di posti di lavoro. Con grave dano non solo per i diretti interessati ma anche per le scuole. E' quanto denunciano i Dirigenti scolastici, che firmano un documento pieno di preoccupazione. <<Al momento della prevista ed imminente stipula dei contratti attuativi con le singole scuole, si verificherà una serie di disagi nella prosecuzione del servizio scolastico, conseguente ad una preoccupante riduzione delle ore lavorative e quindi delle unità di personale>>. I finanziamenti assegnati registrano infatti un taglio dei fondi che va oltre il 21 % . Secondo stime vicine al vero, si può calcolare una diminuzione complessiva di circa 300. 000, 00 euro l'anno tra il precedente e l'attuale appalto. Questo <<si tradurrà inevitabilmente in una diminuzione complessiva di personale stimata tra le 15 e le 30 unità, per effetto dei meccanismi di calcolo previsti dal contratto, non più a corpo come il precedente (ovvero monte ore e giornate lavorative) ma per categorie di lavoro (pulizia, accoglienza, sorveglianza, ecc)>>.  I capi delle diverse scuole elementari e medie sono davvero preoccupati:: <<Ciò andrà ad influire negativamente sulla qualità del servizio e determinerà una possibile contrazione dell'orario di funzionamento delle scuole ed una mancata prosecuzione, fino al 30 giugno, delle attività educative nelle scuole dell'infanzia>>. I Dirigenti Scolastici, pertanto, chiedono che per l'anno scolastico in corso, venga integrato, con ulteriori risorse, il budget previsto per ogni scuola, in modo da garantire, almeno, l'attuale livello del servizio scolastico; ma avanzano richieste anche per il futuro prossimo: per l'anno scolastico 2008/2009 auspicano che venga attribuita in organico una unità di personale ausiliario alle dipendenze dello Stato e che sia individuata la modalità più opportuna per la stabilizzazione e l'equiparazione economica del personale dipendente dalle società appaltatrici.  I Dirigenti Scolastici esprimono solidarietà al personale della Teramo Ambiente e del Consorzio Futura ma soprattutto invitano le Istituzioni ad aprire un confronto sulle questioni ed auspicano un intervento per la ricerca di possibili soluzioni <<al fine di garantire la prosecuzione del normale servizio scolastico>>.  

Leave a Comment