Strappato alla morte dal defibrillatore

TERAMO – E' stato un Natale per fortuna conclusosi bene per un 42enne teramano che questa mattina è stato letteralmente strappato alla morte dal personale del 118 dell'ospedale di Teramo: ha avuto probabilmente un infarto e il defibrillatore lo ha riportato in vita. E' successo in via de Albentiis, a Teramo. L'uomo era nel suo appartamento quando ha accusato un malore, accasciandosi a terra. I familiari hanno chisto il soccorso al 118 e quando il personale è intervenuto sul posto, è stato usato il defibrillatore perchè il paziente era in arresto cardiaco. Dopo una serie di tentativi, il cuore ha ripreso a pulsare e il 42enne ha ripreso i sensi. E' stato accompagnato in ospedale dove è stato ricoverato in unita coronarica e adesso sta bene e può ricordare quanto successo come un brutto ricordo. L'episodio dimostra ancora una volta l'efficienza del servizio di emergenza del 118 e quanto sia importante la presenza di un defibrillatore sul territorio.

Leave a Comment