Provincia: approvato a maggioranza il bilancio

TERAMO – Il consiglio provinciale, come ci informa una nota della Provincia di Teramo, nella seduta dello scorso 31 dicembre, ha approvato a maggioranza il bilancio di previsione, con i voti contrari della opposizione e del capogruppo dell’Udeur Sabatino Marziani, che ha annunciato l’uscita del suo partito dalla maggioranza che sostiene la giunta D’Agostino. “E’ un bilancio particolarmente importante”, ha afferma l’assessore al bilancio Pietro Pantone, “non solo per l’imponenza dell’entrata e della spesa, ma per la destinazione di queste risorse. E’ un risultato che segna un traguardo storico, frutto di un lavoro quotidiano ed intenso, a cui ha partecipato attivamente la struttura organizzativa dell’ente”. Il bilancio prevede entrate nel 2008 per 144.220.667 euro, mentre la previsione definitiva per il 2007 ha registrato un aumento delle entrate di quasi 68milioni di euro, non conseguenti ad un aumento delle imposte, ma all’incremento del trasferimenti di capitale da parte della Regione e dello Stato. Nel bilancio 2008 gli investimenti passeranno dal 38,36% al 69,27%. Dei 96 milioni di euro di investimenti quasi 93milioni saranno destinati alla viabilità, 1.780.000 euro alla edilizia scolastica, 1.278.250 ad altri interventi. Il piano delle opere pubbliche è stato illustrato dal vicepresidente Giulio Sottanelli: “Per quanto concerne le nuove infrastrutture quasi 35 milioni di euro saranno destinati a due nuovi lotti della Pedemontana in direzione Ascoli; 55 milioni di euro agli interventi sulla viabilità provinciale principale (ss 150 da Roseto fino al casello autostradale; sp 259  dal casello della A/14  a Corropoli; il ponte sulla sp 262 di Campli; le pavimentazioni sulle ex statali; la riqualificazione della strada provinciale 19 da Roseto a Cologna Paese); circa 9 milioni di euro per il collegamento dell’area produttiva Atri-Pineto-Roseto; 9 milioni di euro per il nuovo ponte sul Tronto; 3 milioni ad interventi sulla viabilità ordinaria”. Inoltre è di questi giorni la notizia che il Governo ha finanziato con 19 milioni di euro la sistemazione della statale 81, la Teramo – Ascoli. Titolare dell’opera è l’Anas. Critiche si sono levate dalla minoranza, intervenuta nel dibattito con i capigruppo dell’Udc Abramo Micozzi; di An, Carlo Taraschi; di Forza Italia, Rando Angelini; e del gruppo Movimento civico territoriale, con Enzino De Febis  e Paolo Di Domenico. “Il bilancio si caratterizza per una evidente precarietà delle entrate correnti”, ha osservato Micozzi, “perché l’ente beneficerà di entrate in conto capitale da parte della Regione, ma diminuiscono i trasferimenti, come nel caso dei bolli auto. Nel bilancio, inoltre, mancano i progetti comunitari, e soprattutto non viene specificato in che modo sarà risolta l’emergenza rifiuti in provincia”. Per la maggioranza hanno preso la parola i capigruppo dei Ds, della Margherita e di Rifondazione comunista, Leandro Di Donato, Gabriele Di Simone e Raimondo Sfrattoni, e Arnaldo Di Rocco, consigliere provinciale dei Ds. “E’ un bilancio completo, che ci consegna una grande responsabilità”, ha rilevato Di Donato. “Gli interventi infrastrutturali previsti, infatti, avranno una gradissimo rilievo per la collettività provinciale, e contribuiranno ad aumentare lo sviluppo del nostro territorio”. Di Simone e Di Rocco hanno evidenziato il valore strategico del bilancio, che si tradurrà in azione concrete per la collettività teramana. L’assessore Pantone, infine, nel suo intervento, ha sottolineato in un passaggio il valore del processo di stabilizzazione avviato dall’ente, con la trasformazione di 60 contratti cococo in assunzioni a tempo determinato per diciotto mesi.

Leave a Comment