150 personaggi nel Presepe

TERAMO – Sono più di centocinquanta gli attori non professionisti,  una capanna di legno e paglia e una culla che parla di amore. Il centro di Morro d’Oro si trasforma, informa una nota dell’ufficio stampa del Comune di Roseto, per la rappresentazione della natività e propone uno scenario di grande suggestione che fa ricordare l’antica Betlemme. Dopo la rappresentazione che si è tenuta il 26 dicembre, il vecchio Borgo rivivrà la rievocazione il 6 gennaio a partire dalle ore 18,30. Viuzze ombrose, illuminate da  fiaccole, fumo, pertugi e oscurità, descrive la nota, senso del mistero e antichità, per scoprire, tra i dedali delle piccole case di Montepagano, una luce, un calore. Una capanna: ecco la Natività, il Bambino,  Maria, Giuseppe, il bue e l’asinello. La rappresentazione è curata dall’Associazione culturale "Vecchio Borgo" con la collaborazione del Comune che in particolare ha messo a disposizione operai e attrezzature. I quadri delle scene saranno disposti nei luoghi più suggestivi del borgo. Il piccolo Gesù sarà interpretato da Manuel Frezza, mentre nella parte di Maria ci sarà Giorgia Di Sabatino e Giuseppe sarà Valentino Di Febo. Nella parte dei Re Magi vedremo Vincenzo Tarquini, Simone Aloisi e Piersilvio Di Giuseppe. "La rappresentazione della nascita del bambinello sarà il risultato di un lavoro corale – sottolinea il Sindaco Franco Di Bonaventura – una partecipazione che nasce dal piacere di essere parte di una comunità unita e forte. Questa straordinaria atmosfera si rinnova da 35 anni e di anno in anno richiama migliaia di persone. Siamo grati all’Associazione "Vecchio Borgo" per l’impegno profuso nell’allestimento del Presepe vivente, perché grazie a questo appuntamento così straordinario veicoliamo una bella immagine della nostra Città".

Leave a Comment