Le vendite dei beni di Giulianova

TERAMO – Nell’indifferenza di politici e amministratori viene venduta, al costo di 300 mila euro, la palestra ex GIL, vicina al Fadini. Rientra infatti nel piano di vendite di beni deciso dalla giunta regionale. E’ la sintesi di quanto denuncia l’associazione giuliese "Impronte", ricordando in una nota che altri beni cittadini che verranno alienati sono la palestra di via Migliori, un altro immobile ex GIL di piazza Buozzi e il complesso ENAL di piazza Dalmazia. La decisione risale, sempre secondo "Impronte", a 7 mesi fa e poco è stato fatto contro tale deliberazione se non una serie di "lettere" di cui non si conosce l’esito. Il prezzo sarebbe alto, secondo quanto denunciato, perché il Comune possa acquistare la palestra, mentre nulla si sa del futuro del complesso ENAL che attualmente ospita l’Associazione nazionale marinai d’Italia: il prezzo, in questo caso, è di 700 mila euro.

Leave a Comment