La teramana Clelia Arduini presidente nazionale Archeoclub

TERAMO – Il testimone di presidente dell’Archeoclub nazionale passa da un teramano, l’avvocato Walter Mazzitti a una… teramana, Clelia Arduini. La giovane giornalista ha ottenuto il consenso unanime di tutti i componenti del comitato da cui è stata nominata. Il sindaco di Teramo, Gianni Chiodi – che tra l’altro è stato compagno di liceo della neo-presidente – esprime compiacimento per l’elezione, sia per le modalità con le quali è avvenuta (che implicitamente riconoscono la professionalità e l’autorevolezza di Clelia Arduini) sia per il fatto che la scelta sia caduta su una nostra giovane concittadina. "Clelia Arduini aveva già negli anni passati dimostrato considerevoli capacità professionali e una forte sensibilità per le tematiche che ora la vedono impegnata quale protagonista al più alto livello – si legge nella nota del primo cittadino teramano -. E’ un riconoscimento personale, che comunque fa brillare indirettamente anche la nostra città, nella quale Clelia Arduini ha potuto far generare e sviluppare la propria passione e le proprie competenze". Ulteriore motivo di soddisfazione per il Sindaco Chiodi, viene dalla considerazione che finalmente sarà possibile anche per Teramo, d’ora in poi, confrontarsi e lavorare con l’Archeoclub nazionale, cosa questa che apre prospettive importanti e in un certo senso inedite.

Leave a Comment