Sempre più servizi "di parità"

TERAMO – Un “boy-parking” riservato a figli dei dipendenti della Provincia di Teramo che abbiano almeno sei anni. È una delle iniziative per il 2008 della Consigliera di Parità, Bianca Micacchioni Zuccarini, che ha illustrato questa mattina gli obiettivi del servizio per il nuovo anno, come spiega un comunicato dell’ufficio stampa della Provincia. “L’istituzione di un “boy-parking” – ha affermato Micacchioni Zuccarini – è stata inserita nel piano triennale delle azioni positive, già approvato dall’amministrazione. Siamo convinti che la sua istituzione segnerà un passaggio importante nell’ambito delle politiche a sostegno della divisione dei ruoli all’interno della famiglia”. La Consigliera di Parità ha presentato l’Agenda 2008 e le attività che saranno realizzate nel corso dell’anno, tra cui si segnalano l’incremento delle attività di informazione del servizio, attraverso spazi a pagamento sui quotidiani e sulle televisioni; la comunicazione dei provvedimenti previsti dalla Legge finanziaria 2008 a sostegno della vita lavorativa e sociale delle donne; la pubblicazione – all’interno di  “Notizie donna” – dell’inserto “ La finestra sulle donne”; l’elaborazione in collaborazione con la CPO provinciale del Progetto “ La casa delle donne”. L’attività nel 2008 proseguirà con l’azione di supporto diretto alle lavoratrici e ai lavoratori in difficoltà per discriminazioni o azioni di mobbing di genere e di consulenza, per questioni afferenti alla ricerca attiva del lavoro o di soluzioni alternative, specie per le donne over 45, la componente più debole nel tessuto lavorativo provinciale. La Consigliera di Parità, inoltre, si farà portavoce nei confronti degli enti locali, associazioni datoriali e di categoria, sindacati, della necessità di utilizzare i fondi comunitari per l’attivazione di corsi di riqualificazione mirati per le donne over 45. “Il bilancio del primo mandato svolto – ha osservato Bianca Micacchioni Zuccarini – è positivo, anche se sono ancora molti gli obiettivi da raggiungere. In questi anni abbiamo operato per promuovere il nuovo servizio sia alle donne che agli enti. Molto del lavoro è stato speso per contrastare le discriminazioni sui luoghi di lavoro. Il nuovo anno si caratterizzerà anche per la promozione presso gli enti del bilancio di genere, cioè del bilancio che tiene conto che esistono nel tessuto sociale due diversi generi con bisogni differenziati”.

Leave a Comment