A Giulianova Impronte chiede l’intervento del Sindaco

GIULIANOVA – "Aver rispettato il Patto di Stabilità, per quanto importante, non risolve l’annoso problema dell’indebitamento del Comune di Giulianova, la cui entità resta avvolta da un alone di mistero". E’ la nuova denuncia dell’associazione "Impronte" di Giluanova che specifica che il Comune ha centrato l’obiettivo "anche grazie all’aumento delle entrate ICI, pari a 270 mila euro, a cui, andando contro il principio ‘pagare tutti per pagare meno’, non ha fatto seguito un alleggerimento significativo della pressione fiscale che continua a penalizzare soprattutto le famiglie monoreddito e con più figli a carico: 15 euro di aumento della detrazione sull’abitazione principale, per quanto siano meglio che niente, risolvono ben poco". Il Rispetto del Patto di Stabilità comunque, per "Impronte", non fa passare in second’ordine due grossi problemi che l’Amministrazione Comunale dovrà affrontare: quello della vendita dei beni di proprietà del Comune e quello della "presunta esposizione milionaria nei confronti del Cirsu i cui debiti, secondo nuove stime ufficiose, sarebbero pari non più a 15 bensì a 7milioni di euro e di questi almeno 4 sarebbero da dividere in parti uguali tra Giulianova e Roseto degli Abruzzi". Su questo argomento l’associazione resta in attesa "di smentita" e chiede un chiarimento da parte del Sindaco.

Leave a Comment