Studenti del Di Poppa studiano per tre anni il fenomeno droga

TERAMO – Tre anni per lavorare attorno ad un progetto di analisi e prevenzione dell’uso della droga. Questo il tempo necessario per la realizzazione del progetto “Io, protagonista positivo” condotto dalla comunità Mondo Nuovo (che ha sede a Garrano) in collaborazione con l’Istituto Alberghiero Di Poppa, il Sert ed il Comune di Teramo.
Tre anni, durante i quali un gruppo selezionato di studenti dell’Istituto “Di Poppa” è stato formato sulle tematiche della progettazione e delle dipendenze. I ragazzi hanno quindi elaborato un proprio progetto e, nella seconda fase, opportunamente formati da professionisti del settore, hanno sceneggiato ed interpretato il cortometraggio dal titolo: “La vita non si ferma”. Il film, della durata di circa mezzora sarà ora promosso e diffuso  nelle scuole e tra le associazioni.
Il progetto ha anche permesso di condurre una ricerca sugli atteggiamenti degli studenti nei confronti di droghe ed alcol.
Mercoledi 6 Febbraio, alle 9,30 nella sala san Carlo del Museo Archeologico si terrà il convegno che conclude il progetto. L’appuntamento sarà utile per tracciare un bilancio delle attività svolte in questi tre anni, per presentare il cortometraggio e  per illustrare i risultati della ricerca svolta tra gli studenti.. Ad esso porterà il suo saluto, tra gli altri, il Sindaco Chiodi mentre relatori saranno il dott. Gaetano Ruggieri psicologo e psicoterapeuta della Comunità Mondo Nuovo, la prof.ssa Gabriella Colangeli dell’Istituto “Di Poppa” di Teramo e gli studenti della stessa scuola che hanno partecipato al progetto.

Leave a Comment