Soppressione ex Coreco dimostra l’emarginazione di Teramo

TERAMO – La discussione in Consiglio regionale (nel question time odierno) dell’Interrogazione presentata dal consigliere Paolo Tancredi di Forza Italia, per avere spiegazioni dall’Assessore competente sulla “Soppressione dell’Ufficio Consulenza e Monitoraggio di Teramo (ex Co.re.Co)” fornisce a tancredi l’opportunità per ribadire, in un comunicato stampa, alcuni punti. Per il consigliere di Fi “Si è consumato l’ennesimo scippo della Regione Abruzzo ai danni dei Teramani e della Provincia di Teramo. La soppressione a Teramo dell’ex Co.Re.Co., a beneficio di un altro ufficio regionale di “Servizio consulenza e monitoraggio” sulla città di Pescara, dimostra chiaramente che siamo sempre più emarginati dal resto d’Abruzzo”. Per Tancredi “La politica di impoverimento del nostro territorio continua, “farcita” di belle parole. Si può concordare sulla necessaria ristrutturazione del Servizio di consulenza e monitoraggio la cui dirigenza, tra l’altro, aveva sede a Teramo, ma non si capisce come, in attesa di una ristrutturazione, si pensi nell’immediato di sopprimere il solo Ufficio di Teramo, uno dei pochi Uffici regionali rimasti nella nostra Città”. Il Coordinamento Provinciale di Forza Italia di Teramo insorge contro questa palese ingiustizia ai danni del nostro territorio “evidentemente considerato marginale e sacrificabile per l’attuale governo del centrosinistra in Regione Abruzzo”. Forza Italia chiama a raccolta, dunque gli altri rappresentanti teramani in Regione.

Leave a Comment