E’ la Statale Adriatica la strada più pericolosa del teramano

TERAMO – E’ la Statale Adriatica la strada più pericolosa della provincia di Teramo. Lo rilevano ACI e Istat  nel volume  "Localizzazione degli incidenti stradali 2006", in distribuzione in questi giorni e consultabile sul sito della stessa ACI.
Nel determinare l’indice di pericolosità delle strade italiane, sono state prese in considerazione le strade statali lunghe almeno 100 chilometri, valutando la densità degli incidenti in rapporto ai chilometri e il numero dei deceduti per ogni incidente.  L’Adriatica, nel tratto teramano, ha fatto registrare 147 incidenti con 11 morti per una percentuale di 0,229 deceduti ogni km.
Proprio l’indicazione percentuale, però, fa figurare come strada più pericolosa d’Abruzzo la Val Pescara-Chieti, nella quale i 2 morti dei 14 incidenti fanno toccare il dato dello 0,333 deceduti per chilometro. In provincia dell’Aquila la strada è più pericolosa è la SS 509 di Forca D’Acero: 8 incidenti, 2 morti,0,200; in quella di Pescara la stessa Adriatica: 81 incidenti, 2 morti, 0,133.
Il primato di strada statale più pericolosa d’Italia spetta alla Romea, la veloce arteria tra Ravenna e Venezia. Con 1,70 incidenti a chilometro e 0,10 morti per incidente, è in vetta alla classifica seguita dalla Pontina (3,09 incidenti/km con 0,05 morti) e dalla Pontebbana (2,32 incidenti, 0,05 morti).
L’Adriatica con i suoi mille chilometri figura comunque tra le prime dieci più pericolose d’Italia, facendo registrare 2,25 incidenti, 0,04 morti per chilometro; il maggior numero di incidenti si verifica nelle Marche, dove ha il suo tratto più consistente: in tutto 464 nel 2006, con 14 morti.

Leave a Comment