Green si presenta: "Squadra giovane, ma voglio vincere"

TERAMO – Ha già saggiato il parquet del suo nuovo palazzetto, con salti e tiri. In serata, come ha detto il coach Bianchi, conoscerà meglio l’ambiente Teramo Basket. Devin Green non si è potuto sottrarre al rituale che vuole ogni nuovo giocatore indossare la sciarpa del club a fine conferenza stampa di presentazione. La guardia statunitense ex Miami Heat e Los Angeles Lakers, è adesso un giocatore del Siviglia Wear Teramo: "Siamo molto contenti che Devin ci abbia scelto con grane entusiasmo per fare questo scorcio di stagione con noi – sono state le prime parole del presidente Carlo Antonetti -. Comincio col dire che Green non sostituisce nesuno: viiene qui a consolidare il gruppo e a darci una mano per conquistare i nostri obiettivi". E Green? Ancora un pò fuori fuso, resta ovviamente sule frasi di rito: "Vengo per vincere – ha detto -, mi sento in grande forma e non vedo l’ora di cominciare. Il Teramo? Ho visto una squadra molto giovane ma ho notato una grande compattezza, sia in allenamento che nell’ultima partita giocata". Per il direttore sportivo Marruganti è stato difficile ingaggiarlo, ma proprio per questo la soddisfazione è ancor più grande: "Siamo soddisfatti per questa operazione, è un giocatore per noi molto importante. Starà poi a lui e al campo dimostrare che è stata la scelta giusta. Cerchiamo di bruciare le tappe per inserirlo il più prestopossibile in una realtà come il Teramo Basket".

"image"Bianchi: "Devin è un grande talento, completo in due ruoli"
"E’ vero, Devin è stata la nostra prima scelta – ha commentato il coach del Siviglia, Massimo Bianchi -. Ed è anche vero come dice il presidente che non viene a sostituire nessuno. Perchè Green è giocatore diverso (da Tucker, ndr), è giocatore di sistema, di grande talento e di grande classe, che sa giocare nei due ruoli, sia come guardia che come ala piccola, sa costruirsi il tiro e costruire buoni tiri per i compagni, molto efficace sotto i tabelloni, come numero di rimbalzi". Per Bianchi, il nuovo giocatore a stelle&strisce arriva per contribuire nella ricerca della costanza di rendimento del Siviglia: "Nelle ultime 12 partite della regular season cerchiamo di migliorarci e grazie a Devin sono convinto che faremo un ulteriore passo per avvicinarci al nostro traguardo: prima lo raggiungeremeo, prima cominceremo a pensare a toglierci altre soddisfazioni. Per farlo, però dobbiamo trovare costanza di rendimento, in casa come fuori casa: i segnali sono buoni, a Varese abbiamo dimostrato di essere un gruppo e di saper giocare insieme. Devin rientra in questo progetto, il mio compito è di fargli capire subito come gioca la squadra ma siccome è un giocatore che sul campo è intelligente lo capirà dal primo allenamento di questa sera".

La scheda: ha giocato con Kobe Bryant
Devin Green nasce a Columbus (Ohio) il 25 ottobre 1982. Gioca nel ruolo elettivo di guardia, è alto 201 centimetri e pesa quasi 100 chili. Il college di provenienza è quello di Hampton con cui ha disputato il campionato Ncaa dal 2001 al 2005, vincendolo nel 2002 e conqiuistando il titolo di "Rookie" dell’anno. Dal college al grande palcoscenico della Nba, nel 2005: dalla Summer Pro League in Southern California alla maglia dei mitici Los Angelese Lakers: gioca al fianco di Kobe Bryant ("E’ stato molto importante anzi, direi fondamentale per me, il rapporto con lui, per la mia crescita a questi livelli" ha detto Devin) e disputa la finale della Summer Pro League a long Beach. L’anno successivo è in D-League, sempre nel pianeta Lakers, ma con la maglia dei D-Fenders. Arriva quindi l’esperienza tedesca a Colonia dove vince la Coppa di Lega, arriva fino alle semifinali scudetto e gioca con 5 partite in Eurolega. Il rientro negli States lo vede con la maglia degli Atlanta Hawks alla Summer League di Salt Lake City, con quella dei Miami Heat in pre-season e di nuovo con i Lakers D-Fenders. Poi Teramo gioca la carta Tucker con Mosca e il destino di Green cambia strada.

Leave a Comment