"Non tratteremo più con l’assessore al commercio"

TERAMO – Le associazioni di categoria interrompono le trattative sindacali con l’assessorato al Commercio. Lo comunicano in una nota, la Confesercenti, la Confcommercio e il Consorzio "Shopping in Teramo Centro" esprimendo il disappunto per la deroga concessa, secondo le associazioni, senza il debito preavviso dall’assessore al commercio Giorgio D’Ignazio. L’ordinanza, secondo quanto dichiarato nel comunicato, è stata appresa dagli operatori commerciali dagli organi di stampa e per giunta in ritardo rispetto ai lavoratori del centro commerciale, impedendo così un’adeguata organizzazione per le attività presenti sul territorio.  “Ancora una volta si è voluto privilegiare il centro commerciale a danno, anche economico, delle attività della città – si legge nella nota –  e pertanto riteniamo di non sentirci più rappresentati,  come categoria, dall’assessore D’Ignazio. Si comunica dunque la volontà di  interrompere tutte le trattative sindacali  con  l’assessorato  e  l’intenzione  di  non  partecipare più agli incontri da esso convocati per il futuro”.

Leave a Comment