Per la formazione la Provincia preventiva 4 milioni e mezzo

TERAMO – Formazione: programmazione comunitaria 2007-2013 per circa 4,5 milioni di euro. L’assessore al Lavoro e alla Formazione professionale Francesco Zoila ha avviato la concertazione con le parti sociali, per progettare il nuovo piano, ne informa una nota dell’ufficio stampa.“Il percorso che abbiamo scelto di avviare con le parti sociali”  – afferma Zoila – “vuole evitare che si disperdano risorse con una formazione che non ha alcuna aderenza con le esigenze del territorio e delle imprese. Le parti sociali hanno approvato e sostenuto la nostra iniziativa, e nella persona del segretario generale della Cgil Di Odoardo, si sono impegnati ad individuare una piattaforma condivisa da discutere con la Provincia in una prossima riunione”. Già nel 2007  – Fondi Por 2006 –  specifica la nota, sono stati progettati sulla base delle indicazioni delle imprese. 132 corsi, per un ammontare complessivo di 592.000 euro. Sulla base di questa azione di condivisione tra l’assessorato alle politiche del lavoro e le parti sociali dunque lZoila si sente di respingere alcune accuse mosse dal segretario generale della CGIL Giampaolo Di Odoardo, secondo cui non si sarebbe tenuto conto, nella formazione, delle reali esigenze del territorio.
“Sono sorpreso dalle affermazioni di Di Odoardo, perché è stato proprio il segretario generale della Cgil – risponde l’assessore Zoila nel comunicato stampa – ad approvare e sostenere la linea della Provincia, facendosi promotore di un incontro tra le parti sociali per definire una piattaforma progettuale da sottoporre alla attenzione dell’ente. La Provincia non ha mai stabilito indirizzi e linee guide della formazione, delega che era in capo alla Regione fino alla fine del 2006. Per costruire percorsi formativi adeguati alle esigenze delle imprese, abbiamo deciso di perseguire un approccio diverso rispetto al passato, chiedendo alle imprese di indicarci i settori nei quali volevano che venissero attivati corsi di formazione. Con la nuova programmazione comunitaria abbiamo avviato un percorso di concertazione con le parti sociali, che culminerà con la individuazione dei settori nei quali si organizzeranno corsi di formazione”.    

Leave a Comment