Quando invece Travaglio piace..

TERAMO – La presenza di Marco Travaglio (a Teramo e a Giulianova) è argomento di discussione. O per meglio dire, lo sono, ci auguriamo, i contenuti della serata e non solo la presenza del giornalista e scrittore. Interviene, dopo la presa di posizione che trovate qui sotto di Romolo Bosi (Democratici PerDavvero) l’associazione "Cantiere per il bene comune – Teramo", che sostiene la bontà dell’attività di Società civile che ha organizzato i due incontri di ieri. In una nota l’associazione teramana riconosce " Che Travaglio non piaccia a tutti è più che legittimo" ma il commento di Bosi viene definito "davvero offensivo più che deprimente per chiunque cerca di ragionare di politica in città. Se davanti a 1200 persone che in un pomeriggio lavorativo affollano il nostro teatro …mai ricordato… Se, davanti al teatro di Atri un mese fa chiuso dal Prefetto in persona per eccesso di folla, eppoi ancora ieri sera il Teatro Ariston -800 posti- chiuso per ordine del capitano delle Grazie, con centinaia di persone per strada…. invece di provare a capire il perchè, invece di provare a ragionare sulle forti motivazioni che spingono all’unisono giovani e anziani, studenti e pensionati ad affollare queste sale sappiamo solo farci prendere dall’invidia e offriamo ancora il ritornello stantio che "Travaglio va in giro a vendere i suoi libri" sinceramente ci viene un po’ di scoramento". Nella nota si spiega anche che Società civile non ha sostenuto che "il popolo di Travaglio" sia meglio di quello di Veltroni e si conclude:" Noi che apparteniamo al popolo di Veltroni e al popolo di Travaglio e vogliamo che gente nuova – democratica per davvero – ci rappresenti non ci saremmo mai sognato di scrivere banalità così generiche per denigrare il lavoro di qualcuno che ha fatto qualcosa per la nostra città".

Leave a Comment