Valori bollati comprati con un assegno falso

TERAMO – Comprò marche da bollo e francobolli per quasi 2500 euro con un assegno circolare falso: è stato arrestato dalla Polizia ferroviaria di Como mentre era in viaggio forse per la Svizzera. I fatti, il cui protagonista è un trapanese di 66 anni, risalgono ad alcuni mesi fa quando in una tabaccheria di Tortoreto erano stati acquistati i valori bollati con un assegno circolare (poi risultato smarrito) emesso dal "Dipartimento Notarile Pubblico Registro Immobiliare", che in realtà non esiste. Così ovviamente la tabaccheria, a cui pure l’uomo aveva dato la referenza di uno studio notarile esistente e che è risultato estraneo ai fatti, non è stata pagata dalla banca ed è partita la denuncia. La questura di Teramo è riuscita a rintracciare l’uomo utilizzando, con i sistemi del Gabinetto di Polizia scientifica locale, le immagini della telecamera a circuito chiuso del negozio e incrociandole con gli schedari segnaletici. Individuato il responsabile, il Gip, su richiesta del Pubblico Ministero, ha emesso nei confronti dell’uomo un’ordinanza di custodia cautelare in carcere che la scorsa notte è stata eseguita.

Leave a Comment