E al 91′ i due "presidenti" si beccano

TERAMO – Il post derby in casa Teramo è ricco di scintille e di colpi di scena. Il pareggio della squadra di Rossi passa in secondo piano perchè a tenere banco è soprattutto la situazione societaria del club aprutino. Dopo circa due mesi di silenzio, si presenta nella sala stampa del Comunale il presidente degli abruzzesi Romy Malavolta che esordisce in modo perentorio: " Voglio dire a tutti ciò che sta accadendo perchè è da mesi che non parlo. Se Paoloni vuole comprare la società deve tirare fuori i soldi e non pensare alle mie garanzie. Non posso mettere in mezzo le case dei miei figli per far divertire qualcun’altro. Si è presentato ai giocatori con 50 euro di premio ciascuno circa un mese fa: non si diventa presidenti in tal modo. Io sono pronto a vendere ma lui le mie condizioni le conosce bene. E non è giusto che si approfitti delle mie difficoltà". Immediata la risposta di Paoloni: " Io voglio acquistare il Teramo ma in un certo senso mi rendo conto che sono state cambiate le carte in tavola. Lo scorso 25 gennaio mi venivano offerte delle garanzie, oggi questo non accade più. E poi Malavolta non si preoccupi: se lui onorerà il debito, nessuno andrà a toccare le sue case. La trattativa non è chiusa ma ha solo subito un rallentamento per i motivi che ho appena spiegato. Nei prossimi giorni tornerò alla carica, sperando di trovare però un altro atteggiamento da parte di Malavolta".

Leave a Comment