Una mostra sulla processione del Venerdì Santo

TERAMO – Le processioni del Venerdì santo a Teramo sono un bene collettivo da conservare e tramandare… Ne sono certi gli organizzatori della mostra documentaria che verrà ospitata fino al 13 marzo e che sarà presentata martedì 4 presso la sala di lettura di via Nicola Palma. L’esposizione presenta materiale audiovisivo con immagini di repertorio e sottofondo sonoro dei caratteristici canti della tradizione Teramana.
Si tratta di un’iniziativa congiunta, voluta dalla Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici per l’Abruzzo – Presidio di Teramo – , con la disponibilità e la collaborazione della Curia Aprutina e del Comune di Teramo.
L’evento prende corpo dalla conclusione del lavoro di ricerca e di catalogazione sulle processioni del Venerdì Santo condotto per circa due anni dalla Sezione Beni Demoetnoantropologici della Sovrintendenza Regionale…già, perché da qualche tempo anche questo tipo di “cose” rientra nella categoria di Beni Culturali, come manifestazioni di “cultura del quotidiano” di un popolo o di una comunità che si esprimono nella religiosità, nella musica, nella ritualità magico-religiosa e nella gestualità. Sono, dunque beni demoetnoantropologici – immateriali, e perseguono la medesima sorte dei beni materici: vengono riscoperti, studiati, catalogati, tutelati e conservati, per essere tramandati e fruiti.
La mostra, allestita nella sala adiacente la chiesa dell’Annunziata, rimarrà aperta per l’intera durata dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 18. L’ingresso è libero.

Leave a Comment