Si inaugura il primo tratto della 553 Atri – Silvi

TERAMO – Sarà inaugurato sabato prossimo, 15 marzo, il primo tratto della nuova provinciale 553 Atri-Silvi. Il taglio del nastro ci sarà alle 15.30, nell’area adiacente alla galleria “La montagnola”.  L’opera è costata 5.164,568 euro ed è stata realizzata dalla Progeco di Macerata e in subappalto dall’impresa teramana Pietro Marano. Il tratto della 553 oggetto dell’intervento si sviluppa interamente nel comune di Atri, a breve distanza dalla provincia di Pescara e dalla costa Adriatica, e costituisce un asse di penetrazione strategico verso la fascia collinare di tutta l’area costiera metropolitana costituita da Silvi, Città S. Angelo, Montesilvano e Pescara. L’attuale sistema viario, in particolar modo nel tratto in esame, appariva non idoneo a soddisfare le attuali esigenze di traffico, particolarmente sostenute per la vicinanza del casello dell’A14 Pescara-nord. Il precedente sistema stradale era costituito da un percorso piuttosto tortuoso che, a partire dall’abitato di Atri – Madonna delle Grazie fino al raggiungimento del tratto già adeguato della statale 553, era pieno di curve e particolarmente disagevole. L’adeguamento del tratto stradale ha previsto la realizzazione di soluzioni prevalentemente in sede e la costruzione di alcuni tratti in variante di cui una in galleria artificiale. Subito dopo l’inaugurazione sarà presentato il progetto di adeguamento del secondo tratto fino a Piane Maglierici di Silvi, che costerà all’incirca tre milioni di euro. “Il tratto stradale ha un valore particolarmente strategico – afferma il vicepresidente Giulio Sottanelli – perché garantisce il collegamento veloce tra Atri e la provincia di Pescara. E’ un’opera che come amministrazione abbiamo ereditato dalla precedente giunta e l’abbiamo portata avanti con impegno. Presenteremo alla cittadinanza in sede di inaugurazione il progetto del secondo lotto, che è giunto alla progettazione definitiva, e per il quale la Regione ci ha assicurato la disponibilità dei finanziamenti”. 

Leave a Comment