Teramo non dimentica quei quattro ragazzi

TERAMO – Gigino Forti, Berardo Cavarocchi, Pasquale Frezza e Angelo Galbo, teramani, morirono nella notte del 18 marzo del 1959 in un incidente stradale. Stipati in una unica auto, in otto, gli studenti, che facevano parte del C.U.T ( Circolo universitario teramano) tornavano da Pescara dove avevano partecipato ad uno degli incontri che gli studenti abruzzesi organizzavano per la nascita di una libera Università abruzzese. Morirono in quattro e anche quest’anno Teramo li ricorda. Il 20 marzo, alle 11, in una cerimonia organizzata dal Comune con Teramo Nostra e l’Azienda per il diritto agli studi universitari, verrà apposta una lapide dedicata ai quattro giovani teramani in via Crucioli, nello spazio davanti al Rettorato.

Leave a Comment