A Monte San Savino per vincere

TERAMO – A Monte San Savino per scacciare una crisi che è dietro l’angolo. Il Teramo di Leonardo Rossi è pronto a fare visita domani pomeriggio alla Sansovino, formazione allenata dall’ex tecnico del Diavolo Silvano Fiorucci (in realtà Fiorucci era stato esonerato tre domenica fa ma poi è stato richiamato dalla dirigenza). In terra toscana Marolda e soci avranno il dovere di invertire la negativa rotta intrapresa che parla di due punti nelle ultime quattro giornate, con una classifica meno rosea e condizionata pesantemente dall’imminente penalizzazione di due punti che a giorni colpirà il Teramo. L’avversario di turno, però, è quanto di meglio la formazione aprutina potesse sperare, considerando l’ultimo posto in classifica occupato dalla Sansovino, peraltro reduce da due ko consecutivi contro Reggiana e Bassano. L’undici aretino può "vantare" al momento appena sedici punti in graduatoria, frutto di tre vittorie (comunque tutte casalinghe ed ottenute contro Rovigo, Prato e Carrarese), sette pareggi e ben diciassette sconfitte, per un totale di venti gol fatti ed addirittura cinquantadue subiti. L’ultimo successo interno della Sansovino risale addirittura allo scorso 4 novembre (3-0 sulla Carrarese). L’attacante biancorosso Marolda però ci tiene a non sottovalutare l’impegno e chiede a tutti i compagni la massima concentrazione: " Simili partite sono pericolose perchè si parte con il favore del pronostico. Invece bisogna scendere in campo con umiltà e consapevoli di dover giocare al massimo per novanta minuti. Ci teniamo molto a fare risultato pieno". In casa toscana saranno assenti per squalifica sia Parisi che Nole, mentre tra i teramani è certo il forfait di Paolacci appiedato in settimana dal giudice sportivo. In difesa rientrerà Gardella mentre a centrocampo ci sarà spazio per Andreulli al posto di Cerchia. Calcio d’inizio fissato per le ore 14.30 .

Leave a Comment