Impronte e la nuova programmazione sui rifiuti

GIULIANOVA – Anche Giulianova ha il suo nuovo Statuto, informa l’associazione “Impronte” di Giulianov che specifica che da qui a un anno i principi indicati nello Statuto dovranno trovare attuazione attraverso l’approvazione di una serie di regolamenti da parte del Consiglio Comunale.  Lo Statuto, argomenta Impronte,  non si limita soltanto ad indicare in astratto il principio ma assegna al Comune anche il compito di attuare il risparmio di fonti di energia e risorse naturali, il loro recupero e valorizzazione con l’adozione di un piano energetico comunale che incentivi il ricorso a fonti rinnovabili. In relazione al piano energetico gli obiettivi da centrare sono essenzialmente due: – fare in modo che le famiglie paghino bollette più “leggere”, malgrado il caro-petrolio; – salvaguardare l’ambiente puntando sul risparmio e sulle energie “pulite”. Il “nostro pacchetto”, così lo definisce Impronte,  “Giulianova Sostenibile”, ruota intorno a 4 azioni positive: 1) energia pulita dai rifiuti; 2) fotovoltaico per tutti a costo zero; 3) illuminazione pubblica a led; 4) sistemi interrati per la raccolta differenziata. Impronte avvia l’analisi dalla discarica del Cirsu. Abbiamo alle porte di casa un’ enorme fonte di problemi ma anche un’inesauribile fonte di ricchezza. A Grasciano è prevista la realizzazione di un impianto per la raffinazione della frazione secca dei rifiuti finalizzata alla produzione di CDR (combustibile derivato dai rifiuti) il cui impiego, ad esempio nei cementifici, comporta seri problemi di impatto ambientale. Non potremmo invece, d’accordo con gli altri cinque Comuni che fanno parte del Cirsu e valutata la fattibilità economica del progetto, è la proposta di impronte,  estrarre il biogas presente nei rifiuti e trasformarlo in metano per produrre energia elettrica da rivendere all’Enel? Il gas estraibile dalle circa 17.000 tonnellate di rifiuti conferite ogni anno da Gulianova, rivenduto ad Enel, frutterebbe più di 1milione di euro ogni anno.

Leave a Comment