Situazione Cirsu Sogesa: a Giulianova crescono le proccupazioni

GIULIANOVA – Nell’ultimo question time in Consiglio Comunale l’Assessore Caruso non rispose perché, a suo dire, non avrebbe avuto elementi informativi certi in merito alla grave situazione debitoria di Cirsu/Sogesa, riferisce in una nota il comitato giuliese “Si alla differenziata oltre il Porta a porta” che torna sulla vicenda dei rifiuti. Quelle informazioni, invece, parrebbe averle il Sindaco Ruffini che sabato scorso, come riportato dalla stampa, ha parlato chiaramente di pericolo di fallimento della Sogesa, prosegue il comunicato stampa. Non solo. In relazione alla necessità di accrescere l’impegno per la raccolta differenziata a Giulianova, sempre secondo il comitato, Ruffini si è così espresso: ”La nostra intenzione è quella di andare avanti con la differenziata ma purtroppo non ci sono le condizioni per poterlo fare così come programmato. Del resto sappiamo che SO.GE.SA. non è nelle migliori condizioni economiche per poterlo fare. Ad ogni buon conto ci stiamo comunque lavorando, ma non so se riusciremo nell’intento”. Traduciamo (dice la nota): a fine marzo 2007 il Comune ha affidato a Cirsu/Sogesa il servizio di spezzamento, raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti sulla base di un progetto che prevedeva la graduale estensione, in tempi certi, del “porta a porta” a Giulianova. Il servizio è stato avviato in forma “sperimentale” nella parte a est della SS 16 a partire dalla scorsa estate. Dopo continui rinvii della data da cui avrebbe avuto inizio il servizio in tutta la Città, tra fine novembre ed inizio dicembre l’Amministrazione indice incontri con i cittadini     per preparare il resto della Città all’inizio del porta a porta spostato al 1° aprile 2008. Infine giunge, sabato scorso, in concomitanza con le gravi dichiarazioni del Sindaco Ruffini, l’annuncio dell’Assessore Caruso di un nuovo slittamento. A suo dire, la Sogesa non è ancora pronta per il primo aprile ad estendere il servizio al resto della città. Forse SO.GE.SA., si domanda polemicamente il Comitato giuliese, ha sbagliato a fare di conto? Come sosteniamo da tempo immemorabile, il progetto di SO.GE.SA. aveva dei limiti che l’Amministrazione ha ignorato; rispetto a quanto previsto in progetto “SOGESA – si legge nella nota – per alcuni aspetti si è dimostrata ed è inadempiente”. Inoltre, come ha potuto il Consiglio Comunale procedere “all’affidamento diretto di un servizio ad una società la cui precaria situazione finanziaria era già nota a tutti e, soprattutto, al Comune di Giulianova che, tramite Cirsu, ha in Sogesa una compartecipazione? Adesso che i nodi sono arrivati al pettine l’Amministrazione percorre l’unica via di fuga rimasta: il rinvio”, è la conclusione del comitato.

Leave a Comment