Gli industriali teramani in guerra contro il decreto sulle dimissioni volontarie

TERAMO – Anche gli industriali teramani scendono in guerra contro il Decreto interministeriale che ha modificato radicalmente le modalità delle dimissioni volontarie dei lavoratori. In base alla nuova disposizione, l’iter per presentare il proprio congedo dal lavoro, si fa molto più complesso e contempla il coinvolgimento di più soggetti istituzionali, ricorrendo perfino ad internet; tutto ciò a tutela dei lavoratori, visto che il nuovo sistema è concepito per debellare la pratica della lettera di autolicenziamento che in alcuni casi i dipendenti sono costretti a sottoscrivere al momento dell’assunzione.
 Proprio per valutare gli aspetti della complessa vicenda, l’Unione Industriali della Provincia di Teramo ha promosso un incontro con tutte le organizzazioni di rappresentanza dei datori di lavoro, anche allo scopo di valutare  l’opportunità di impugnare dinanzi alla giustizia amministrativa il decreto.
Così, i partecipanti all’incontro  hanno concordato sugli aspetti di maggiore criticità della disciplina ma hanno anche trovato una intesa sulla proposta di adottare, entro martedì 25 marzo, la decisione definitiva in ordine all’impugnazione del provvedimento. La Confindustria teramana fa sapere, intanto, di aver appreso da contatti informali con il Ministero del Lavoro che gli uffici stanno esaminando l’ipotesi di emanare, in tempi brevissimi, una nuova circolare  per dirimere le questioni più critiche dell’attuale disciplina.

Leave a Comment